Pubblicato in: Carlo e Maria Amalia

Carlo e Maria Amalia, come non li avete mai visti

Carissimi History lovers, buon momento!

Sono giorni che faccio cose diverse dall’ordinario. In realtà, lavorando per un nuovo cliente sto scoprendo cose curiosissime, che man mano vi svelerò, tanto per rendervi partecipi. 🙂

Indi per cui…

Ecco a voi, una versione inedita di Carlo di Borbone e Maria Amalia Wettin.

I sopracitati individui, formano una coppia di sovrani, realmente esistiti, il cui amore è rimasto nella storia. ❤️

Di seguito, un frame di com’erano durante il loro primo . (facendo fede ai ritratti)
.
I due si sposarono per procura nel maggio del 1738 (a distanza e senza conoscersi)
.
Si incontrarono a Portella il 19 giugno dello stesso anno.
Lui aveva 22 anni.
Lei ne doveva compiere 14 a novembre.
.
Lui era un uomo buono con il potenziale per essere un marito innamorato, un padre affettuoso e un sovrano illuminato. 🤴
.
Lei era una ragazzina arguta con il potenziale per essere una moglie innamorata, una madre affettuosa e una sovrana amata anche dal popolo. 👸
.

Maria Amalia Wettin di Sassonia
Carlo di Borbone
Carlo III di Spagna

La loro incredibile vita su Amazon e Ku.

A presto con altre chicche. 😉

Pubblicato in: Carlo e Maria Amalia, Uncategorized

Recensione: “Carlo e Maria Amalia-un amore reale”

Carissimi history lovers, buona domenica!
Oggi ho ricevuto una bellissima recensione a “Carlo e Maria Amalia – un amore reale” dall’autrice Alice Bruno, che potete leggere per intero sul blog A libro aperto.

La recensione comincia con:

Anni fa in un museo napoletano (credo Capodimonte), mi fermai davanti a un quadro che ritraeva una giovane dama con abiti settecenteschi, poi oltre, la stessa dama insieme al re suo marito e alla numerosa prole.
Un anziano signore, che guardava i dipinti lì accanto, ne approfittò per attaccare discorso: “Sono Carlo e Maria Amalia, si amavano molto. Non era una cosa che capitasse spesso all’epoca, né a gente come loro. A mia moglie piaceva tanto la loro storia, venivamo sempre qui e io continuo a farlo, per lei. Era bellissima, non crede?” E non so se a quel punto si riferisse più alla fanciulla ritratta, o al ricordo della moglie amata.
L’idea che avessi davanti ai miei occhi due grandi storie d’amore mi accompagnò per tutto il viaggio, così come la consapevolezza di quanto dovesse essere stato difficile amarsi per almeno due di loro, e che pure nonostante tutto, si erano trovati.

Continua sul blog: A libro aperto

Pubblicato in: Carlo e Maria Amalia

Il re di entrambe le Sicilie

Carissimo/a History Lover, buon momento!

In occasione del duecentoottantacinquesimo anniversario dell’incoronazione di Carlo Sebastiano di Borbone come re di Sicilia, dico solo due cosine perché è il mio Carlo e non ne posso fare a meno.

In questo ritratto con ogni probabilità era duca di Parma (ma poco dopo divenne re di Napoli e di Sicilia, quindi, l’aspetto si presume fosse simile)

*****

Palermo, 3 luglio 1735
“Giuro dinanzi a Dio e a voi, suoi servitori, di legiferare secondo i suoi comandamenti e di governare con giustizia, al fine di consentire al mio popolo di vivere in pace e in libertà.” 
Carlo di Borbone

P.S.: Ma quanto è spettacolare la Cattedrale di Palermo?

Cattedrale di Palermo- immagine presa dal web

*****

«Carlo Sebastiano di Borbone e Farnese, nacque a Madrid il 20 gennaio del 1716 e ivi morì il 14 dicembre del 1788. Figlio del re di Spagna Filippo V e della regina Elisabetta Farnese, Carlo fu Infante di Spagna alla nascita, duca di Parma e Piacenza per diritto, re di Napoli e Sicilia per conquista e Re di Spagna.

Ascese al trono di Parma e Piacenza come duca alla morte dello zio materno Antonio Farnese, successivamente decise, supportato dai genitori, di scendere verso il sud italia per conquistare quei territori che un tempo erano stati vicereame spagnolo. Conquistò/ Liberò Napoli il 10 maggio del 1734 e successivamente la Sicilia. L’incoronazione come re di entrambe le Sicilie avvenne il 3 luglio 1735 presso la cattedrale di Palermo.

Carlo ebbe un’infanzia e un principio di adolescenza spensierata, in cui i suoi unici doveri erano la caccia e la comprensione delle arti. L’età adulta, invece, fu sufficientemente ricca di avvenimenti, i quali gli hanno conferito la fama di “re illuminato”. Per merito di un volere superiore sposò Maria Amalia Wettin, figlia dell’allora principe elettore di Sassonia. Fu un marito assai devoto e un padre amorevole. La coppia ebbe tredici figli.»

#Curiosità
Carlo di Borbone fu incoronato come Carlo VII di Napoli e Carlo III di Sicilia, ma preferì essere chiamato semplicemente Carlo, senza numerazione, al fine di rimarcare il fatto che fosse il primo RE di un REGNO AUTONOMO E INDIPENDENTE.
#Curiosità 2 
Carlo ricevette un’istruzione esigua, ma con il tempo e grazie all’esperienza riuscì a diventare un grande sovrano dedito al miglioramento dello stile di vita del regno e del popolo.

#Curiosità 3
Carlo non tradì mai la moglie.

Spero che l’articolo ti sia piaciuto, se così fosse, non dimenticare di lasciare una faccina nei commenti e di condividerlo con chi può essere interessato/a. Alla prossima!