Pubblicato in: Curiosità, Uncategorized

Buona festa della Repubblica!

Carissimi history lovers, buon 2 giugno!
Buona festa della Repubblica!

Per non dimenticare…

Il 2 Giugno è l’anniversario del referendum del 1946 con il quale i cittadini italiani ebbero la facoltà di scegliere la forma di governo, tra monarchia e repubblica.
I cittadini votarono a favore della repubblica e il 18 giugno 1946, la Corte di Cassazione proclamò ufficialmente la fondazione della Repubblica Italiana.

#Curiosità
Il 2 giugno fu celebrato per la prima volta nel 1948.

Dal 1948/1975 fu festeggiato con sfarzose parate militari comprensive di mezzi pesanti.

Dal 1976/2001 furono annullate le parate militari a causa del terremoto in Friuli Venezia Giulia.

Dal 2001 il Presidente Carlo Azeglio Ciampi ripristinò le parate militari.


Dal 2006 furono eliminati dalla sfilata i mezzi pesanti.

Prima della nascita della Repubblica, la giornata celebrativa nazionale del Regno d’Italia era la festa dello Statuto Albertino, che si teneva la prima domenica di giugno.

La Festa della Repubblica Italiana è uno dei simboli patriottici italiani e noi la festeggiamo con la poesia di L. Veltri:

“Saluta il tricolore”

Se il tricolore sventola,
salutalo, bambino:
e pensa che la Patria
ricordan quei colori.
La Patria è un bene grande:
e la Patria tua è l’Italia.
Per farla unita e libera
son tanti i suoi Caduti.
Per farla giusta e nobile
può anche un piccolino
con la bontà e lo studio,
dare il suo grande dono.
Per questo il tricolore
tra tutte le bandiere
dei popoli del mondo
con palpito sicuro
sventolerà nel cielo.

Alla prossima!

Pubblicato in: Curiosità, Uncategorized

Buona festa della Repubblica!

Carissimi history lovers, buon 2 giugno!
Buona festa della Repubblica!

Per non dimenticare…

Il 2 Giugno è l’anniversario del referendum del 1946 con il quale i cittadini italiani ebbero la facoltà di scegliere la forma di governo, tra monarchia e repubblica.
I cittadini votarono a favore della repubblica e il 18 giugno 1946, la Corte di Cassazione proclamò ufficialmente la fondazione della Repubblica Italiana.

#Curiosità
Il 2 giugno fu celebrato per la prima volta nel 1948.

Dal 1948/1975 fu festeggiato con sfarzose parate militari comprensive di mezzi pesanti.

Dal 1976/2001 furono annullate le parate militari a causa del terremoto in Friuli Venezia Giulia.

Dal 2001 il Presidente Carlo Azeglio Ciampi ripristinò le parate militari.


Dal 2006 furono eliminati dalla sfilata i mezzi pesanti.

Prima della nascita della Repubblica, la giornata celebrativa nazionale del Regno d’Italia era la festa dello Statuto Albertino, che si teneva la prima domenica di giugno.

La Festa della Repubblica Italiana è uno dei simboli patriottici italiani e noi la festeggiamo con la poesia di L. Veltri:

“Saluta il tricolore”

Se il tricolore sventola,
salutalo, bambino:
e pensa che la Patria
ricordan quei colori.
La Patria è un bene grande:
e la Patria tua è l’Italia.
Per farla unita e libera
son tanti i suoi Caduti.
Per farla giusta e nobile
può anche un piccolino
con la bontà e lo studio,
dare il suo grande dono.
Per questo il tricolore
tra tutte le bandiere
dei popoli del mondo
con palpito sicuro
sventolerà nel cielo.

Alla prossima!

Pubblicato in: Curiosità

Ferrara: Il Palio più antico

Carissimo/a history lovers, buon momento!

Siccome amiamo la Storia e gli storici, adoriamo anche i monumenti, le rievocazioni e tutto quello che ci ricorda i bei tempi andati, quindi, non posso lasciar passare in sordina la seguente notizia.

Pronto/a?

Domenica 2 giugno 2019 alle ore 16.00 presso piazza Ariostea si concluderà, con la consueta gara, il fastoso Palio di Ferrara.

Il Palio di Ferrara? Lucia, ma sei sicura?🤔

Ebbene sì, historyno/a mio/a. 😂
Tieniti forte, perché, a quanto pare, il suddetto Palio è il più antico al mondo.
Era il lontano 1259 quando, per festeggiare la vittoria a Cassano d’Adda di Azzo VII, marchese di Ferrara, si corse il primo Palio della città.
Regolarizzato nel 1279, il regolamento iniziale imponeva che il Palio venisse disputato due volte l’anno. Il 23 aprile in occasione del patrono di Ferrara, San Giorgio, e il 15 agosto in onore della Vergine Assunta. Ovviamente, come avrai intuito, nel corso degli anni le date hanno subito un cambiamento.
Oggigiorno il Palio si corre una sola volta, ma viene preceduto da diversi avvenimenti a tema molto suggestivi. Di solito, infatti, le domeniche antecedenti la gara è possibile imbattersi in manifestazioni di stampo medievale-rinascimentale.
A me è successo proprio quest’anno. Guarda sotto.
😂

#Curiosità
Si chiama Palio perché il vincitore si aggiudicava un Palio, ovvero, un pezzo di stoffa, meglio detto come un drappo prezioso.

Spero di riuscire ad assistere al Palio di domani. Se dovessi riuscirci ti saprò dire. Nel frattempo, se sei in zona Ferrara, prendi nota delle date e buon divertimento.

Se hai trovato interessante l’articolo lascia un commento o condividilo per spargere la notizia.

Mi sembra di averti detto tutto, quindi, alla prossima!

Immagine testata presa dal web