Pubblicato in: Comunicazioni, Lavoro

Servizi per scrittori: Be Brave

Carissimo/a history lover and writer, buon momento!

Credo sia giunto il momento di ESSERE CORAGGIOSI.

Il mondo editoriale con il Self publishing è alla portata di tutti.

Tutti posso pubblicare un romanzo, ma non tutti lo fanno nelle condizioni migliori.
(La ripetizione è voluta😉)

A volte leggi prodotti superficiali, altre, ci sono piccoli capolavori chiusi in un cassetto che meriterebbero di essere letti.

Ecco perché invito ad essere coraggiosi.

Parlo di coraggio perché, esso ci vuole sia nell’accettare le critiche da parte degli audaci, sia nell’uscire allo scoperto per i timidi.

Indi per cui…

☠️Comunicazione di servizio: Be Brave 💪.

🥺 Se hai un romanzo storico nel cassetto che non ti convince;

🤐 Se ti mancano le parole per scrivere una quarta di copertina coinvolgente;

🥶 Se ti senti bloccato/a o pieno/a di dubbi;

Sappi che posso aiutarti. 😉

Per info, scrivimi in PVT.
🧐 (è GRATIS)



NOTATE BENE: Continuate a scrivermi in privato per chiedere consigli e, come sapete, non ho problemi a darveli ma, se desiderate intervenire in modo viscerale sulla vostra opera, PER MIGLIORARLA E RENDERLA RICCA DI CONTENUTI GIUSTI, non potete pensare di farlo con qualche suggerimento dato secondo le vostre idee e NON SUI REALI BISOGNI DEL LIBRO.

Alla prossima!

Pubblicato in: Lavoro

Scrivere: COME SI SCELGONO I CONTENUTI DA PUBBLICARE?🤔

[🤔BLOG, COME SI SCELGONO I CONTENUTI DA PUBBLICARE?🤔 ]
(Vi riporto articolo pubblicato su facebook, perché sono stata contattata anche qui e magari a qualcuno interessa.)

Benvenuti al secondo appuntamento sul content writing.


Oggi rispondo ad una domanda di Simona, aggiungendoci anche qualcosina in più.🙂

Domanda: Come scegliere i contenuti da pubblicare su un blog?🤔

La risposta diretta è: dipende dalla tipologia di blog che si desidera creare o si possiede.

Uno dei problemi principali che riscontro nei miei writerini, è che nel momento in cui decidono di creare una pagina online, (blog, sito, forum, ecc.), lo fanno trasportati dall’entusiasmo, quindi, senza avere ben chiaro il motivo per cui la creano.
[esempio: se volessi creare un blog che parla di libri, (per rimanere in tema), dovrei per prima cosa, aver chiaro il motivo per cui lo farei.]

La risposta per passione potrebbe andare bene, ma non sarebbe sufficiente.

Sarebbe giusto che chiarissi subito se lo fai perché:

Vuoi condividere i tuoi pareri con altri appassionati, (quindi per passatempo/amore);
Vuoi dare spazio agli autori, mettendo in mostra la tua capacità organizzativa e di analisi testo,(quindi con scopo informativo/celebrativo);
Vuoi sfruttare il blog per farti conoscere e promuovere le tue opere, (in questo caso il blog avrebbe uno scopo remunerativo),

In tutti e tre i casi, ma principalmente nel terzo, è bene, ancora prima di iniziare, avere un buon piano editoriale. (il che comprende: strutturazione articoli, filo conduttore, format, lessico, date pubblicazione, orari, ecc.)

Riassumo in tre punti da dove iniziare, mostrando in linea di massima un form simile a quello che utilizzo per i miei clienti. ☺️

“Se desideri un pubblico affezionato, proponi un contenuto adeguato”

Pianificazione editoriale:

1. Cerca un argomento di cui parlare, ma prima ancora chiarisci il motivo per cui vuoi farlo; (è fondamentale sapere quale sia la sua finalità, perché in base a quella svilupperai il punto 3)

2. Individua il pubblico di riferimento; (importantissimo e per lo stesso motivo. Solo sapendo a chi ti rivolgerai saprai come porti)

3. Scrivi contenuti di valore con un formato originale e comprensibile, pianificandone la pubblicazione (almeno di settimana in settimana).


Il contenuto da pubblicare deve essere esaustivo, intuitivo e accattivante. L’argomento giusto, è quello che si sposa bene con lo scopo del blog. (Lo ripeterò alla noia: è fondamentale non perdere di vista l’obbiettivo.)

😱 NOTIZIA SHOCK 😱

Ricordate, che il vero successo di un blog non è il numero di like, ma quello delle interazioni finalizzate al vostro scopo.

Spiego meglio: io ho creato un blog finalizzato alla vendita dei miei romanzi storici. Se ogni mio articolo, converte (vende), poco o tanto non importa, il mio blog ha successo. 🙂
(con questo avete anche un’idea di come scegliere l’argomento. Un altro esempio: vendi pentole, apri un blog di cucina e così via.)

Ci sarebbe molto altro da dire, però questo è un suggerimento che vi può aiutare a partire con il piede giusto.
Per ora direi che può bastare, ovviamente, se avete altre domande, chiedete pure nei commenti. Altrimenti, alla prossima! 😉

Non riesci a scrivere contenuti per il tuo blog?
La tua pagina online langue?
Hai bisogno di aiuto per il tuo progetto?
Scrivi a: info@writerexperiencenow.cloud
e scopriamo se possiamo lavorare insieme.

Pubblicato in: Lavoro

Domanda: perché la mia sponsorizzata non cattura l’attenzione?

Carissimi history lovers, buon momento!
Tant’è, nonostante sia Agosto, le domande sulla scrittura proseguono e, siccome mi sento buona, vi darò una/due risposte GRATIS.😎

DOMANDA: perché la mia sponsorizzata non cattura l’attenzione? Cosa posso fare per migliorarla? La colpa è del prodotto?🤔

RISPOSTA: Che ne so io, le sponsorizzate per i miei prodotti non le faccio.😉🤣(Sono simpaticissima😂)
Però, se dovessi farle, di sicuro focalizzerei la mia attenzione non sul prodotto in sé, ma sull’emozione o il beneficio che suscita.

Ora vi svelerò un segreto che noi professionisti della parola custodiamo gelosamente…

Pronti?
😊

Il super segreto per riuscire a catturare l’attenzione di un possibile cliente è: EMOZIONARLO.🤫
[CURIOSITA’: DA questo nasce il mio copyexperience (anche se meriterebbe di essere spiegato con attenzione)]

Comunque, miei cari, sono proprio le emozioni, belle o brutte che siano, a muovere le persone e a spingere all’azione.

Vediamo nel dettaglio le domande:

DOMANDA: perché la mia sponsorizzata non cattura l’attenzione?🤔

Ad essere completamente onesta, i motivi che spingono le persone a ignorare un post sono tantissime, quindi, ogni caso andrebbe studiato nel dettaglio ma, in linea generale, i motivi sono 4:

1) Il post è scritto in modo anonimo e con scarsa attrattiva;

2) Il post è scritto seguendo in copia altre tipologie e quindi non riesce ad emergere
; (brutto da dire, però il web, in questo caso social, è saturo di proposte, quindi, per farsi notare ci vuole originalità.)

3) Il post è impaginato male; (non ridete, anche questo è un problema. Se il vostro post contiene un muro informe di parole non è attraente.)

4) Il prodotto non è adeguatamente valorizzato.

DOMANDA: Cosa posso fare per migliorarla?🤔

La prima cosa che puoi fare è cercare di capire quali siano i punti di forza del tuo prodotto e poi trovare una formula originale per dirlo.

Come per la sinossi (vedi qui) ricorda che le prime righe sono fondamentali, quindi, sfruttale per catturare l’attenzione del lettore di passaggio.

DOMANDA: La colpa è del prodotto?🤔

Questo proprio non posso saperlo, ma tu si, perché sai esattamente cosa stai cercando di vendere, quindi, la domanda la rivolgo io a te: La colpa è del prodotto?

Una cosa che dico ai writerini che seguo è: ricorda che il lettore non è stupido, quindi, trattalo con rispetto.

Come dicevo qualche riga più su, il web è saturo di proposte e, bene o male, tutte seguono uno schema prestabilito che ormai è noto. Le persone sono diventate diffidenti, ma non per questo insensibili a una buona proposta, quindi, se saprete usare le parole giuste, sarete ben ricompensati.


N.B.: il settaggio delle ADS è altrettanto importante e non va ignorato.

P.S.: Ho parlato di prodotto, ma in realtà vale per qualunque chiamata all’azione voi vogliate far fare all’utente di passaggio. (l’iscrizione alla newsletter, like alla pagina, ecc.)

Se provi a scrivere una sponsorizzata usando i miei consigli o a modificarne una esistente, che finora ti ha dato pochi risultati, fammi sapere. Se hai altro da aggiungere o domande scrivi nei commenti.
Alla prossima!😁