Pubblicato in: Carlo e Maria Amalia

Maria Luisa di Borbone – Spagna, una granduchessa gentile

Carissimo/a history lover, buon momento!

Pensavate che per oggi avessi finito, invece no, perché…

È con infinita gioia (🤦‍♀️) che vi comunico tale notizia: oggi, Maria Luisa di Borbone-Spagna, (moglie di Pietro Leopoldo e figlia dei miei adorati Carlo e Maria Amalia, sovrani di Napoli, Sicilia e Spagna) compirebbe gli anni

A U G U R I ! 🤣

Era il lontano 24 novembre 1745 quando, in una delle stanze padronali di palazzo reale di Portici, si sentì il primo vagito di Maria Luisa di Borbone.

«Maria Luisa Raffaella Teresa di Borbone-Spagna, ovvero Maria Luisa di Borbone, conosciuta anche come Maria Ludovica, (sorella tra l’altro di Ferdinando, re di Napoli e di Sicilia e poi Re delle due Sicilie) nacque a Portici il 24 novembre del 1745 e morì in Vienna il 15 maggio del 1792. Figlia dell’allora re di Napoli e di Sicilia Carlo Sebastiano di Borbone (in seguito re di Spagna) e di Maria Amalia Wettin, Maria Luisa fu principessa di Napoli e di Sicilia per diritto di nascita, Infanta di Spagna quando il padre salì al trono spagnolo, Granduchessa di Toscana per matrimonio, il quale, fu celebrato il 18 agosto 1765 e dal 1790 alla morte, Sacra Romana Imperatrice consorte. Per merito o colpa di un volere superiore dunque, ella  sposò il figlio cadetto di Francesco e Maria Teresa, Pietro Leopoldo d’Asburgo-Lorena. Fu una moglie assai devota e una madre amorevole. La coppia ebbe quindici figli, ma non tutti raggiunsero l’età adulta.»

#Cusiosità
Maria Luisa è pressoché sconosciuta, ma alcuni la ricordano come Maria Ludovica.
Durante la sua vita non ebbe particolari appellativi.
Si racconta solo che fosse chiamata Maria Ludovica.
Di lei si notò subito l’eleganza e la gentilezza. In breve fu apprezzata da tutti e tenuta in considerazione come abile compagnia.
Durante la vita coniugale non ebbe modo di intervenire sulle sorti del granducato o dell’Impero e, ciò, accadde non perché non le fosse concesso, ma perché non era di suo interesse.
Si racconta che fosse una giovane pia, intelligente e ironica, ricca di tutte le doti consone a una donna con il suo stile e priva di interessi politici, di mire espansionistiche (a differenza della nonna paterna) e delle conoscenze necessarie. Prediligeva una vita tranquilla e votata alla famiglia.
Pare, che durante tutta la sua vita abbia dimostrato un forte attaccamento al marito e alla nuova patria. 🥰

Attenzione! A gennaio 2022 uscirà la sua storia nel romanzo storico dedicato a lei e al marito. ❤

Spero che l’articolo ti sia piaciuto, se così fosse, non dimenticare di lasciare una faccina nei commenti e di condividerlo con chi può essere interessato/a.
Alla prossima!

Autore:

Mi chiamo Lucia Scarpa, nella vita faccio la content writer, copywriter, copyexperience per terzi e scrivo romanzi d'amore storici e paranormali perché adoro l’emozione che nasce dalla parte creativa e dal contatto con i lettori. *****

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.