Pubblicato in: elizabeth

Da leggere: Elizabeth Gaskell (Cap. 26)

Carissimi History Lovers, buon momento!

Continua il nuovo racconto a puntate. Buona lettura!

Greenheys, Manchester, estate 1831

«Non pensate sia una domanda inopportuna, William?» replicò con coraggio.
«Può darsi, ma sono intenzionato a conoscervi meglio e mi preme capire i vostri pensieri.»
«Ponete le vostre domande, allora e non fate insinuazioni» si mostrò contrariata, ma in realtà lo era solo con se stessa per aver avuto pensieri inopportuni la sera precedente, che non poteva assolutamente accennare.
«Siete nuovamente infastidita» considerò lui, ignorando la sua proposta. «Non sono infastidita.»
«E siete una pessima bugiarda» continuò con un sorriso accennato, che non aveva lo scopo di deriderla. Era solo l’esternazione della tenerezza che sentiva crescergli dentro ogni volta che la scopriva in imbarazzo.
«Vi state prendendo gioco di me?»
«Non lo farei mai, Elizabeth, ma ammetto di non comprendervi. Credevo che apprezzaste la mia compagnia e che voleste conoscermi, ma poc’anzi vi siete indignata come se le mie parole fossero state inopportune.»
«Lo erano, per l’amor del cielo, non fingete che non sia così. Sono relativamente giovane e ho, anzi, non ho esperienze dirette, ma non sono un’ingenua. La letteratura fornisce molteplici informazioni. Avete insinuato che incontrandoci in piena notte potessimo cedere ad un tipo di intimità inappropriata tra due conoscenti e non ho potuto permetterlo. Cosa penserebbe Miss Robberds se sapesse che converso con voi in tale libertà?»
«Quindi il problema è l’indignazione generale, non la vostra» comprese William con una punta di sollievo e lei arrossì maggiormente.
Si era rovinata con le sue stesse ammissioni.

Attenzione!
Sul blog rimarranno i primi 10 capitoli, scritti ovviamente in versione ridotta.

Gli altri avranno durata di una settimana. 🙂
A lunedì prossimo!

Autore:

Mi chiamo Lucia Scarpa, nella vita faccio la content writer, copywriter, copyexperience per terzi e scrivo romanzi d'amore storici e paranormali perché adoro l’emozione che nasce dalla parte creativa e dal contatto con i lettori. *****

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.